mercoledì 7 aprile 2010

Lavoro fisso in farm!

Le ultime vicende


Chiediamo scusa agli accaniti lettori. Le giornate degli australici nelle ultime settimane sono iniziate ad essere sempre più piene ed il  tempo libero è limitato. Raccontiamo le ultime vicende.

Giovedì 25 marzo, 12o (errata corrige... 12-esimo!) dodicesimo giorno effettivo di lavoro sugli 88 necessari per rinnovare la vita in OZ. 3 ore e mezza a piantare pomodori.

Venerdì 26 niente lavoro, Demonico va a farsi una camminata con Micheal, Kevin e James per le spiagge di Bowen. La sera si esce tutti assieme al QB.

Sabato 27 niente lavoro, nuotatina in piscina, la sera Demonico si guarda ''The Da Vinci code'' con gli amici tedeschi, nanna a mezzanotte e mezza. Daschy smanetta col pc fino alle 3.30.

Domenica 27, 6.30 di mattina, Paul il gestore dell'ostello bussa alla nostra porta: ''Milo, Nico, do you want to work?''. Risposta automatica: ''Yes of course...''. Bene qui all'Aussie Nomads Resort questi episodi accadono con una certa frequenza... Ebbene ci siamo fatti 7.5 ore in una fattoria assieme al nostro amico Carl, perchè gli altri 2 compagni erano indisposti a lavorare, visto l'eccessiva quantità di alcool assunta la sera prima... ;-) Per fortuna che il lavoro non è stato particolarmente impegnativo, ce l'abbiamo fatta nonostante il sonno arretrato...

La sera Paul ci fa: ''Guys, tomorrow you're going to work, I've found a very good job for you. You helped me, I help you." (Ragazzi domani lavorate, vi ho trovato un buon lavoro. Mi hai aiutato, io aiuto te). Infatti un paio di giorni prima avevo aiutato Paul in un piccolo lavoretto.

È sempre importante fare una buona impressione e continuare a rompere i cosidetti ai responsabili che possono procurare lavoro... Gli australici hanno osservato che ci sono i cosidetti "giocatori passivi" che "aspettano" che il lavoro scenda dal cielo restando con le mani in mano. Tanti nostri compagni dell'ostello si lamentano che certi hanno un buon lavoro e loro no, ma non si sono mai mossi facendosi notare dai gestori, proponendosi a fare lavori "gratuiti" o magari in cambio di uno sconto sulla rata settimanale. L'altra sera Paul mi ha chiesto se volevamo pulire la cucina la sera in cambio di "extra money"... ovviamente ho accettato! Per esempio Andy, un nostro compagno di stanza, non si è mai mosso attivamente e dopo una settimana senza lavoro si è rotto e se n'é andato...

Il nuovo lavoro


Che dire, tutto va dannatamente secondo i piani... dopo 4 settimane di "precariato" abbiamo un lavoro fisso, 8 ore per 6 giorni a settimana, circa 15 soldini dollari netti all'ora (17.88 lordi), 780 a settimana, 3120 al mese, circa 2200 soldini usati in terra natia (euri o euro? ;-). Non male visto che veniamo pagati il minimo sindacale e la vita qui è leggermente meno costosa che nella terra natia... Lavoriamo in una fattoria chiamata "Price farm" dove si coltivano principalmente fagioli da quello che abbiamo capito... Il lavoro è coordinato da Scott, lavoriamo assieme al nostro compagno di ostello Colm, un ragazzone irlandese che in fatto di lavoro in farm ci passa davanti alla grande, nonostante abbia 4 anni meno di noi. ;-) Poi ci sono Willow, Scott, Clive 3 simpatici farmer over 50 e Lee una vera aussie farmer. Ah, poi c'è Martin, il figlio del proprietario della fattoria, un omone sulla 40ina che parla veramente come un farmer australiano... Non capisco veramente una mazza quando parla, infatti i 2 minuti in cui mi spiega il lavoro che devo fare sono da panico... ;-) Il lavoro in certi momenti è parecchio faticoso, ma per fortuna è vario e non piantiamo per 8 ore di fila. Tra i lavori che abbiamo fatto nella prima settimana:

  • spalare la terra e sistemare le corsie in cui vengono piantati gli ortaggi;
  • messa a punto dell'impianto di irrigazione;
  • costruzione della serra in cui sono coltivati i fagioli;
  • planting;
  • togliere le erbacce (lunedì per 8 ore di fila!!!)

Ormai le nostre mani si stanno "trasformando", ogni giorno spuntano ferite e vesciche nuove che però si rimarginano con velocità impressionante (sayan?!). Demonico per risparmiare i soldi per la manicure si è dotato di guanti da cucina per il planting che ora utilizza sempre, ma ne fa fuori un paio al giorno, visto che si distruggono verso metà giornata. ;-) Piantare pali di ferro, trasportare i tubi per l'irrigazione e spalare terra i lavori più indicati per il "rinforzamento mani". Comunque c'è anche la parte divertente, scorrazzare con i fuoristrada 4wd (guidatore a destra) per andare da una parte all'altra dei campi! Con questi mezzi si va davvero dappertutto... chissà se un giorno avremo l'onore di fare un giro col trattore.

Qui è divertente notare la mentalità easy way of life australiana. Nel lavoro che fanno sono molto precisi, ma in quanto ad ordine, pulizia e risparmio energetico di certo non si fanno problemi: fuoristrada sempre accesi con aria condizionata al massimo ma con i finestrini aperti, lattine e rifiuti vari si buttano dove capita, ruggine dappertutto... ma questo è il bello, nessuno si fa problemi per queste cose! E se poi vai in centro a fare la spesa o in banca tutto sporco di terra e scalzo nessuno si fa problemi, nessuno ti guarda male se non sei vestito ad hoc.

Ebbene, la stabile routine quotidiana è arrivata anche in Australia per gli australici... che ora sono parecchio contenti. ;-)

  • ore 6: sveglia e colazione;
  • 6.30: partenza con il bus dell'ostello che fa il giro delle farm per portarci al lavoro;
  • 7-16: 8 ore di lavoro. Facciamo 30 minuti di pausa alle 9.30 e alle 12.30;
  • 17: Demonico 10.5 km di corsa (2 giorni si, uno no), Daschy esercizi e piscina. Un paio di volte a settimana andiamo a fare la spesa al Woolworth;
  • 18.30: Demonico spadella ai fornelli, poi cena (3 volte a settimana assieme agli amici tedeschi);
  • 21: pulizia della cucina;
  • 22: buona notte.

Aneddoti


  • Anche in OZ, come nella terra natia, per il contadino è naturale inserire un intercalare rafforzativo durante la fase di comunicazione verbale. Qui in Australia il classico DC o PD Veneto equivalgono all'espressione fucking, inserita solitamente ogni 2-3 parole.
  • Sabato abbiamo sistemato l'impianto di irrigazione. Ebbene, dove si trovava la pompa dell'acqua? In mezzo al fiume! Eh si, ci hanno detto "Take off your shoes" (Toglietevi le scarpe). Tutti scalzi in mezzo al fiume a piantare pali e tirare i tubi col trattore in mezzo che per poco non si ribalta facendo manovra ;-).

17 commenti:

  1. "Daschy smanetta col pc fino alle 3.30." -> Wanker?

    Good job guys!

    RispondiElimina
  2. keep rockin mate!heavy manners!

    RispondiElimina
  3. Grandi!! Avete già una prima stabilità!!
    Belli questi racconti :)

    Ciao,
    Andrea

    RispondiElimina
  4. Vai Milooooo!!!
    Zio scalzotto!
    Quando aprite un'azienda che iniziamo a colonizzare in massa?

    RispondiElimina
  5. Interessante il primo punto aneddoti...

    RispondiElimina
  6. Grandissimi ragazzi ce l'avete fatta!!

    HYP HYP HURRAH PER VOI!!

    Dashy le tue abitudini per cercare di perdere la vista prima del tempo vedo che non sono cambiate.

    RispondiElimina
  7. Un tuo ex collega.15 aprile 2010 09:24

    Milo, grazie per averci lasciato un po' di lavoro.

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti per l'incoraggiamento!!! Comunque l'invito ad unirvi a noi per giocare assieme è aperto a tutti!!! E dai che ci divertiamo!!!

    RispondiElimina
  9. grandi ragazzi. Se anche solo metà dei giovani della vostra età avessero anche solo metà della vostra voglia di fare, in Italia molte cose andrebbero molto meglio.

    RispondiElimina
  10. @marcodave: Eheh, basta aver voglia di giocare... ;-)

    RispondiElimina
  11. Come faccio a venire pure io!?!!
    Sono un ragazzo di 20 anni studente in Economia, ma profodamente demoralizzato dalla situazione italiana. Ho tanta voglia di fare, di viaggiare di guadagnare. E ho anche una famiglia amica a Sidney (a causa di uno scambio culturale). Per favore fatemi sapere! sedentari@hotmail.com

    RispondiElimina
  12. @Anonimo:
    >Come faccio a venire pure io!?!!
    Basta che fai il Working Holiday Visa: leggi qui, qui e qui. Basta che scrivi su google e trovi un mucchio di informazioni!

    PS: @tutti-gli-anonimi: firmatevi, please! ;-)

    RispondiElimina
  13. io dovrei partire a novembre con un'amico....ma è così facile trovare lavoro?? e s'impara bene l'inglese lavorando nelle farm.....grazie comunque siete grandi!!!

    RispondiElimina
  14. >ma è così facile trovare lavoro??
    Beh, non vengono a cercarti ma con un po' di impegno si trova... ;-)

    RispondiElimina
  15. Ciao io sto a Bali ma ho deciso stamane di partire per Perth quindi ho compilato il form per il whv proprio ora gia pagato ecc ecc spero mi arrivi a breve....il punto e' che ho 300 euro che qui in indonesia sono piu di tre milioni e mezzo di rupie, ci faccio due mesi da nababbo. Ma in Australia no quindi e' un po' rischioso un po molto direi, spero di trovare lavoro subito, mi muovero' come un dannato...bella avventura la vostra, per me che non cerco discoteche casino e cnofusione la farm mi sembra proprio cio' che desidero, sano lavoro fisico (ne ho bisogno) e tranquillita'. E soprattutto soldi! perche' tra poco rimango a secco. Se avete indirizzi di farm vicino a Perth vi prego di comunicarmeli ho bisogno di bruciare i tempi ...un abbracccio a tuttti mi ha fatt piacere leggere la vostra esperienzaaaaaaaaaaaaaaa keep in touch! Marcos

    RispondiElimina
  16. @Marcos: scusa per il ritardo! Per le farm vicino a Perth non ho idea, credo ci sia qualcosa a Margaret River... Ti conviene guardarti bene la guida dell'Harvestrail, telefonare e rompere le scatole direttamente a loro perchè ti diano gli indirizzi dei posti in cui c'è lavoro!
    In bocca al lupo per la nuova avventura!

    RispondiElimina